Abolizione PRA 2016, che fine farà il certificato di proprietà?

Si concretizzano sempre più le possibilità che il PRA possa venire abolito a partire dall’anno nuovo, in seguito all’introduzione della riforma della pubblica amministrazione voluta dal Ministro Marianna Madia.

Il PRA, acronimo di Pubblico Registro Automobilistico, potrebbe essere abolito in seguito all’attuazione della riforma della pubblica amministrazione voluta dal Ministro Marianna Madia. Questo potrebbe verificarsi nel 2016, ma quali sono le conseguenze per di questa abolizione per gli automobilisti?

Come è noto il PRA è responsabile dei certificati di proprietà, quel documento contenente tutte le informazioni amministrative di un veicolo. In caso di abolizione scomparirebbe anche questo documento le cui informazioni, tuttavia, saranno inserite nella carta di circolazione, che attualmente viene emessa dalla Motorizzazione e contiene tutte le informazioni tecniche di un veicolo. Un solo documento quindi, per le informazioni tecniche ed amministrative, che varrà anche come documento di proprietà.

Questa riforma, che dopotutto non comporta grandi disagi per gli automobilisti, nasce dall’esigenza di snellire la pubblica amministrazione e di ridurre la spesa pubblica. La conseguenza più importante, e sicuramente la più auspicabile, sarà quindi quella di far risparmiare tempo e denaro agli utenti, oltre che allo Stato!

Se vuoi ricevere ulteriori informazioni in merito a questa novità vieni a trovarci in sede, ti aspettiamo!

Questo sito utilizza cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Privacy policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni